Dal 2024, le ricette mediche non avranno più scadenza

Il prossimo Consiglio dei ministri si appresta a valutare il Disegno di legge delega sulle semplificazioni dei procedimenti amministrativi, con particolare attenzione alla rivoluzione dei processi sanitari in Italia prevista per il 2024.

Prescrizioni dematerializzate e ricette ripetibili

Il fulcro del Ddl è l’iniziativa ambiziosa di digitalizzare e semplificare processi chiave all’interno del sistema sanitario.

Una trasformazione significativa coinvolge le prescrizioni dematerializzate e le ricette ripetibili, con un impatto rilevante per i pazienti cronici che potranno beneficiare di ricette senza scadenza.

Illimitate ricette ripetibili e accessibilità ai farmaci

La possibilità di rendere le ricette ripetibili in modo illimitato rappresenta un passo cruciale.

Ciò significa che i pazienti non saranno più limitati da un numero fisso di prescrizioni, migliorando l’accesso ai farmaci necessari senza oneri eccessivi.

Impatto positivo sulla gestione amministrativa

La strategia adottata mira a ridurre il carico amministrativo sia per i cittadini che per le imprese del settore sanitario.

La semplificazione non solo migliora la vita quotidiana dei pazienti ma contribuisce anche a snellire le procedure burocratiche, promettendo di liberare risorse per un migliore supporto ai pazienti.

Transizione alle ricette elettroniche

Le ricette elettroniche, sperimentate durante la pandemia, sostituiranno le versioni cartacee, migliorando l’efficienza e garantendo una maggiore trasparenza e certezza nei procedimenti.

Affrontare le carenze di farmaci

Il Ddl affronta anche le carenze di farmaci semplificando la pubblicità legale.

Si elimineranno gli adempimenti legati alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, optando per la pubblicazione sul sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) per rendere le informazioni più accessibili.

Gestione dei pazienti cronici

Il Disegno di legge si concentra sulla gestione dei pazienti cronici, proponendo la consegna di farmaci sufficienti a coprire un intero mese di terapia.

Questa modifica ridurrà la necessità di visite frequenti, semplificando la vita dei pazienti.

Miglioramento del Servizio Sanitario Nazionale

Queste riforme, ispirate ai principi comunitari, mirano a migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani.

Attraverso la semplificazione dei procedimenti amministrativi, il nuovo Disegno di legge promette di trasformare positivamente il Servizio Sanitario Nazionale, rendendo i servizi più efficienti e accessibili per tutti.

Fonte:

Stimolatore antidolore innovativo all’Istituto Europeo di Oncologia

Allo IEO, il neurostimolatore all’avanguardia Inceptiv™ che grazie alla sua tecnologia “Close loop”, intercetta e neutralizza gli impulsi dolorosi, offrendo ai pazienti un sollievo su misura.

Un passo avanti nel trattamento del dolore cronico

L’Istituto Europeo di Oncologia si distingue come uno dei primi ospedali in Italia a offrire una soluzione innovativa per il dolore cronico.

Il team guidato da Vittorio Guardamagna, Direttore Cure Palliative e Terapia del Dolore IEO, ha recentemente condotto uno dei primi impianti in Italia del nuovo stimolatore del midollo spinale Inceptiv.

Questo dispositivo di ultima generazione utilizza la tecnologia “Close loop” per gestire il dolore in modo preciso e personalizzato.

Innovazione tecnologica

Inceptiv, il nuovo pacemaker contro il dolore, si presenta come un dispositivo miniaturizzato con uno spessore di soli 6 mm, rendendolo il più sottile stimolatore del midollo spinale al mondo. Implantato sotto la cute, questo dispositivo invia lievi impulsi elettrici attraverso sottili elettrocateteri diretti alla spina dorsale.

Il funzionamento "Circuito Chiuso"

Ciò che rende Inceptiv unico è la sua capacità di funzionare in un “circuito chiuso”.

Questo neurotrasmettitore intelligente monitora costantemente la risposta del corpo alla stimolazione elettrica, misurando l’attivazione dei neuroni nel midollo spinale 50 volte al secondo.

In questo modo, il dispositivo adatta automaticamente la stimolazione, garantendo che i pazienti ricevano gli impulsi nervosi necessari per contrastare il dolore in base ai loro movimenti e attività.

Personalizzazione del trattamento del dolore

Vittorio Guardamagna sottolinea l’importanza della personalizzazione offerta da Inceptiv nel trattamento del dolore.

A differenza dei neurostimolatori statici, Inceptiv si adatta alle esigenze di ogni paziente, emettendo impulsi in risposta ai segnali elettrici e biochimici fra il midollo spinale e il cervello.

Questo approccio mirato promette maggiore efficacia nel gestire il dolore.

Compatibilità con la risonanza magnetica

Inceptiv si distingue ulteriormente come l’unico sistema di stimolazione del midollo spinale compatibile con la Risonanza Magnetica total body a fino a 3 Tesla.

Questa caratteristica è fondamentale, considerando che molti portatori di neurostimolatore devono sottoporsi a una risonanza magnetica entro cinque anni dall’impianto del dispositivo.

Cultura antidolore allo IEO

Guardamagna evidenzia che il successo nell’adozione di questa tecnologia innovativa deriva dalla cultura antidolore coltivata presso l’Istituto Europeo di Oncologia fin dai primi anni di attività.

L’IEO si vanta di essere il primo ospedale senza dolore in Italia, dove il dolore non è considerato un effetto collaterale trascurabile, ma piuttosto un sintomo misurabile e contrastabile con tutti i mezzi della ricerca scientifica e tecnologica.

In conclusione, la continua evoluzione nel campo del trattamento del dolore presso l’IEO rappresenta un impegno costante verso il benessere e la personalizzazione delle cure per i pazienti affetti da dolore cronico.

Fonte:

Esperti mondiali visitano i centri di protonterapia in Spagna

Centinaia di esperti mondiali della protonterapia hanno visitato oggi i soli due centri in Spagna che offrono questa forma avanzata di radioterapia: il Centro di protonterapia Quirónsalud e il Centro oncologico Clínica Universidad de Navarra.

Riconoscimenti per le strutture avanzate

I partecipanti al 61° incontro annuale del Particle Therapy Cooperative Group (PTCOG), considerato l’evento più prestigioso al mondo nel campo della protonterapia, hanno elogiato entrambe le strutture durante la loro permanenza a Madrid questa settimana. Questi centri, che combinano le più recenti tecnologie mediche con un approccio centrato sul paziente, rappresentano dei veri e propri punti di riferimento per l’intero Sistema Sanitario Nazionale spagnolo nell’impiego di questa terapia innovativa nella lotta contro il cancro.

Efficacia della protonterapia confermata

Operativi da oltre tre anni, entrambi i centri testimoniano l’efficacia della protonterapia come terapia avanzata, sicura ed efficace per il trattamento di una varietà di tumori. Durante la visita, il dottor Felipe Calvo, direttore scientifico dell’Unità di Protonterapia CCUN, ha sottolineato che la loro unità è attiva dal 2020 e nonostante la pandemia di COVID-19, è stata in grado di fornire cure a oltre 650 pazienti, di cui un terzo sono pazienti pediatrici provenienti anche dall’estero. Il dottor Calvo ha espresso la sua soddisfazione nel condividere le loro esperienze e apprendere dai colleghi presenti all’evento, con l’obiettivo di continuare a progredire nella medicina di precisione.

Un progresso storico nel trattamento del cancro

Analogamente, il dottor Alejandro Mazal, direttore del Servizio di fisica medica presso il Centro di protonterapia Quirónsalud, ha sottolineato l’importanza storica del loro centro, che ha trattato il primo paziente in Spagna con la protonterapia nel dicembre 2019. Da allora, il centro ha fornito cure a oltre 500 pazienti, metà dei quali sono bambini e adolescenti affetti da tumori complessi. Grazie all’impegno di un team altamente specializzato, che comprende professionisti con esperienza internazionale in centri di protonterapia, la loro attività è proseguita senza interruzioni, contribuendo a espandere l’accesso a questa terapia avanzata in un numero sempre maggiore di indicazioni cliniche.

Protonterapia: un approccio innovativo che guadagna riconoscimento

La visita dei partecipanti al PTCOG a questi centri di eccellenza ha dimostrato come la protonterapia stia guadagnando sempre più riconoscimento e interesse a livello globale. L’innovativa tecnologia della protonterapia offre una maggiore precisione nel trattamento dei tumori, riducendo al contempo gli effetti collaterali per i pazienti. L’opportunità di condividere conoscenze e imparare dagli esperti di tutto il mondo durante questo incontro annuale è un passo importante per promuovere ulteriormente la protonterapia come una terapia di elezione nel campo dell’oncologia.

Quirónsalud

Quirónsalud è un gruppo sanitario privato di spicco in Spagna, parte del gruppo Fresenius Helios. Con una vasta rete di ospedali e centri medici, fornisce servizi sanitari completi, tra cui consulenza medica, diagnostica, trattamenti specialistici e chirurgici. I loro ospedali sono dotati di infrastrutture moderne e tecnologie avanzate.  Quirónsalud è un gruppo sanitario di rilievo che offre assistenza medica di alta qualità attraverso la sua rete di ospedali e centri medici in Spagna.

Per saperne di più

Contattaci per informazioni relative ai percorsi di cura di Quirónsalud

Oppure consulta le nostre destinazioni.

Accreditamento internazionale per la chirurgia cardiovascolare SANADOR

SANADOR annuncia l'accreditamento internazionale del Centro di Eccellenza in Chirurgia Cardiovascolare Mininvasiva presso l'Ospedale Clinico SANADOR come primo Centro di Eccellenza e Formazione Corcym in Romania.

SANADOR Clinical Hospital

“Siamo orgogliosi di comunicare che il Centro di Eccellenza in Chirurgia Cardiovascolare Mininvasiva dell’Ospedale Clinico SANADOR ha ottenuto l’accreditamento internazionale, un riconoscimento dei nostri sforzi e della dedizione del team di chirurghi cardiovascolari e di tutto il personale medico. Questo risultato conferma che SANADOR Clinical Hospital è all’avanguardia dell’innovazione e dell’eccellenza medica in Romania, offrendo ai nostri pazienti le tecniche più avanzate e i trattamenti minimamente invasivi per le condizioni cardiovascolari”, ha dichiarato il Prof. Dr. Victor Costache, Capo del Dipartimento di Chirurgia Cardiovascolare presso l’Ospedale Clinico SANADOR.

Sala operatoria completamente digitalizzata

Il Centro di Eccellenza in Chirurgia Cardiovascolare Mininvasiva presso l’Ospedale Clinico SANADOR offre ai pazienti i trattamenti più moderni, eseguiti da medici altamente qualificati con esperienza e formazione in importanti centri internazionali di eccellenza. Il centro opera nella prima sala operatoria completamente digitalizzata in Romania. Le procedure chirurgiche possono essere eseguite tramite minitoracotomia o chirurgia endoscopica, grazie all’utilizzo di attrezzature endoscopiche 3D e 4K all’avanguardia. Se necessario, gli interventi chirurgici possono essere integrati con procedure di cardiologia interventistica. SANADOR Clinical Hospital è l’unico ospedale in Romania dotato di due angiografi Philips Azurion 7 ad alte prestazioni, che consentono l’esecuzione di procedure endovascolari avanzate, molte delle quali eseguite per la prima volta nel nostro paese presso SANADOR.

Revisori provenienti dall'Italia

Per ottenere questa certificazione, il Centro di Eccellenza in Chirurgia Cardiovascolare Mininvasiva dell’Ospedale Clinico SANADOR è stato sottoposto a rigorose ispezioni da parte di un comitato di revisori provenienti dall’Italia. Durante queste ispezioni sono state valutate attentamente le strutture dell’ospedale e sono state osservate numerose procedure chirurgiche cardiovascolari mininvasive eseguite con successo dal team guidato dal Prof. Dr. Victor Costache. Questo processo di audit ha incluso una valutazione dettagliata della competenza dei chirurghi di SANADOR, della qualità delle prestazioni mediche, dei risultati ottenuti e del livello di soddisfazione dei pazienti.

Rete centri di eccellenza Corcym Academy

“Il nostro ringraziamento va a Corcym Academy per l’opportunità di far parte della sua rete selezionata di centri di eccellenza e formazione nel campo della chirurgia cardiovascolare mininvasiva. Questa collaborazione contribuirà al miglioramento continuo dei nostri servizi, grazie allo scambio di conoscenze ed esperienze con altre istituzioni nel settore della chirurgia cardiovascolare”, ha affermato il Prof. Dr. Victor Costache. Il Centro di Eccellenza in Chirurgia Cardiovascolare Mininvasiva di SANADOR si è distinto negli ultimi anni grazie alla realizzazione di numerose procedure chirurgiche e angiografiche, molte delle quali erano le prime nel nostro paese, a beneficio dei pazienti rumeni.

SANADOR

Fondata nel 2001, SANADOR ha registrato uno sviluppo continuo e attualmente è proprietaria del più grande ospedale clinico multidisciplinare privato del paese. Inoltre, gestisce un centro oncologico completo, cliniche, laboratori di analisi medica e punti di raccolta, nonché strutture di radiologia e imaging medico ad alte prestazioni, tutte situate a Bucarest. SANADOR Clinical Hospital è l’unico ospedale privato che offre una vasta gamma di servizi medici, compresi il pronto soccorso per adulti e pediatrico, 21 linee di emergenza e una flotta di ambulanze propria.

Per saperne di più

Contattaci per informazioni relative ai percorsi di cura in Romania.

Oppure consulta le nostre destinazioni.

Inaugurazione del modernissimo Spitalul Medicover Pipera

Più di 250 invitati all'inaugurazione dello Spitalul Medicover Pipera a Bucarest, il 7 giugno,sono stati testimoni dell'inizio di un nuovo capitolo nella storia dell'azienda.

Un investimento importante nella sanità rumena

L’apertura dell’ospedale più moderno della rete Medicover è stata una giornata estremamente importante. è stato inaugurato un investimento di grande portata in Romania, mettendolo al servizio della salute dei pazienti, con la presenza a Bucarest due importanti dirigenti del gruppo Medicover.

L'impegno a lungo termine di Medicover in Romania

Presenti all’evento, Fredrick Stenmo, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Medicover, e Fredrik Rågmark, Chief Executive Officer di Medicover, hanno ribadito l’impegno a lungo termine che Medicover ha assunto nei confronti della Romania fin dal primo anno di attività, nel 1998

Medicover: una delle aziende leader nel settore della salute

“Medicover è ora una delle aziende leader in Europa nel settore della salute, con 50.000 dipendenti e una presenza in 12 paesi a livello globale. La Romania è un paese importante per noi. Il successo di Medicover deriva dall’attenzione a lungo termine che dedichiamo alle esigenze delle persone e dalla nostra passione per servizi medici di alta qualità. Gli investimenti nella sanità richiedono investitori a lungo termine, tecnologie di alta qualità e personale ben preparato. Medicover offre tutti e tre questi fattori”, ha dichiarato Fredrick Stenmo, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Medicover.

Un'importante presenza in Romania

“La Romania è il secondo paese in cui abbiamo portato il marchio Medicover nel 1998 e oggi disponiamo di poco più di 100.000 metri quadrati di spazio medico in cui possiamo concentrarci sulla diagnosi e il trattamento dei nostri pazienti. Negli ultimi cinque anni abbiamo investito oltre 150 milioni di euro tramite la Divisione dei Servizi Sanitari e la Divisione dei Servizi diagnostici in Romania”, ha dichiarato Fredrik Rågmark, Chief Executive Officer di Medicover.

Una nuova struttura che solleva l'asticella dei servizi sanitari

la dottoressa Florinela Cîrstina, direttore generale di Medicover Romania, ha aggiunto: “L’apertura del nuovo ospedale a Bucarest è il culmine di molti mesi di lavoro veramente straordinario. Il nuovo ospedale aumenterà ulteriormente la nostra capacità di offrire cure mediche secondo gli standard occidentali e rappresenterà un’eccellente opportunità lavorativa per i nostri dipendenti”.

Per saperne di più

Contattaci per informazioni relative ai percorsi di cura in Romania.

Oppure consulta le nostre destinazioni.

Come la realtà aumentata migliora l’esperienza dei pazienti nell’assistenza sanitaria

La realtà aumentata (AR) sta rivoluzionando il settore sanitario e offrendo una serie di vantaggi significativi per i pazienti.

Grazie a questa tecnologia innovativa, i pazienti possono beneficiare di cure più precise, una comprensione approfondita dei trattamenti, diagnosi accurate, gestione personalizzata del dolore e una maggiore partecipazione nella loro cura.

Scopriamo come la realtà aumentata sta cambiando in meglio l’esperienza dei pazienti nell’assistenza sanitaria.

Cure precise e sicure:

L’AR offre ai medici una visione dettagliata e accurata dei pazienti durante le procedure mediche. Ciò consente ai chirurghi di operare con una precisione del 100%, riducendo al minimo il rischio di errori e garantendo cure più precise e sicure per i pazienti.

Comprensione approfondita dei trattamenti:

Grazie alla realtà aumentata, i pazienti possono visualizzare in modo interattivo come funzionano i loro corpi e come una particolare condizione potrebbe influenzare la loro salute. Questa comprensione approfondita aiuta i pazienti a essere più consapevoli delle loro condizioni e a comprendere meglio le opzioni di trattamento disponibili.

Diagnosi tempestive e accurate:

L’AR consente ai medici di effettuare diagnosi più precise e tempestive. I pazienti possono sperimentare in modo interattivo diverse condizioni o sintomi attraverso l’AR, facilitando una descrizione accurata dei loro sintomi al medico. Ciò accelera il processo diagnostico e riduce i ritardi nel trattamento.

Gestione personalizzata del dolore:

La realtà aumentata offre soluzioni innovative per la gestione del dolore. I pazienti possono immergersi in ambienti terapeutici controllati, riducendo il disagio e l’ansia associati al dolore. L’AR può essere utilizzata anche durante la terapia fisica per migliorare l’efficacia del trattamento e promuovere una migliore guarigione.

Partecipazione attiva nella cura:

Attraverso l’AR, i pazienti possono essere attivamente coinvolti nel loro percorso di cura. Possono visualizzare e comprendere meglio le informazioni sulla propria salute, prendere decisioni informate e collaborare con i medici per pianificare il trattamento più adatto alle loro esigenze. Ciò promuove una maggiore partecipazione del paziente e un coinvolgimento attivo nella gestione della propria salute.

Conclusioni:

La realtà aumentata sta portando numerosi vantaggi per i pazienti nell’ambito dell’assistenza sanitaria. Le cure diventano più precise e sicure, i trattamenti sono meglio compresi, le diagnosi sono tempestive e accurate, la gestione del dolore è personalizzata e i pazienti sono coinvolti attivamente nella loro cura. Con i continui progressi nella tecnologia AR, possiamo aspettarci un futuro in cui i pazienti beneficeranno sempre di un’esperienza di cura migliore e più soddisfacente.